Home Page - Biografia - Scrivici     
.
REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 4 DICEMBRE 2016
 
Molti amici mi sollecitano da tempo ad esprimere la mia opinione sul prossimo Referendum Costituzionale, dopo una profonda meditazione, eccola:

Sostengo da tempo che la nostra Costituzione debba essere ammodernata nella parte relativa all'Ordinamento ed all'organizzazione dello Stato, con il più ampio consenso possibile, per come si conviene, in questa materia, ad un Paese democratico.

Ho votato NO al referendum costituzionale del 2006 perché, allora come oggi, le modifiche proposte dal centro destra prim'ancora che inappropriate erano unilaterali.

Il contenuto e la forma di molti articoli della proposta di riforma, uno per tutti l'art. 70, a mio modesto avviso, sono dei regolamenti di attuazione di leggi ordinarie, e non sono adeguati a raggiungere gli obbiettivi condivisibili enunciati.

Il referendum del 4 dicembre ha perso di vista il contenuto della riforma trasformandosi, per larga parte dell'opinione pubblica, in un giudizio pro o contro il Governo Renzi, assumendo, pertanto, un significato fuorviante e squisitamente politico.

Per i suddetti motivi, principalmente, ho deciso di votare scheda NULLA ( da Riformatore, non mi riconosco in questo operare!).

Credo che il mio pensiero ed il mio agire siano inattuali nella nostra società, ma non ho intenzione per questo di rinnegare le cose a cui credo.

In questa materia continuo a sognare ad un Assemblea Costituente, composta da 100 membri eletti con metodo proporzionale e con un tempo massimo di 1 anno, che possa fare quelle riforme auspicate, INSIEME!

Salvo RAITI